Fonte: Servizi del Parlamento 3003 Fonte: Servizi del Parlamento 3003 EXPO 2015 - Esposizione fotografica - 150 ritratti di scrittori e intellettuali di lingua italiana  Più posto per l’italiano USI – Settimana della Svizzera italiana - 2014 L'italiano sulla frontiera - Basilea, 9-10 maggio 2014 Expo 2015 - Totem RSI dedicato alla lingua e cultura italiana in Svizzera © swissworld.org Coira 25 gennaio 2014: Assemblea del Forum Coira 25 gennaio 2014: Assemblea del Forum 4 marzo 2014 – 8035 firme per Avanti con l’italiano nel Canton Argovia

Vuoi prenotare il Tablet per vedere i servizi del Totem RSI ?

dicembre 2016

Il Forum per l’italiano in Svizzera mette a disposizione un Tablet contenente tutti i servizi accolti dal Totem. Il Tablet può essere utilizzato in classe, con un gruppo di studenti e può essere collegato a un beamer o a un televisore. E’ sufficiente disporre di un cavo HDMI per stabilire il collegamento.
Attualmente e fino al termine del mese di dicembre 2016 il Tablet si trova a Losanna presso i docenti di italiano di quel cantone.

Come ricevere il Tablet?
E’ sufficiente inviare un messaggio al coordinatore del Forum e richiedere il Tablet. Ecco l’indirizzo:
Diego Erba, Via A. Pioda 61, 6600 Locarno, diego.erba@bluewin.ch

Il Forum invierà agli interessati – via posta – il Tablet per una durata da concordare (generalmente 4-5 settimane).
Una volta conclusa l’utilizzazione il Tablet deve essere rispedito al coordinatore del Forum per poi essere messo a disposizione di altri richiedenti.
Si ricorda che con il Totem è pure disponibile un secondo Tablet che può essere utilizzato in modo complementare secondo le modalità sopradescritte.

Manuele Bertoli riconfermato presidente del Forum per l’italiano in Svizzera

novembre 2016

A Neuchâtel si è tenuta sabato l’annuale Assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera con una folta rappresentanza delle 36 organizzazioni che fanno parte del Forum. I lavori assembleari - diretti da Claudio Micheloni, membro del senato italiano residente nel Canton Neuchâtel - hanno permesso di illustrare le numerose attività promosse nei quattro ambiti d’intervento: italiano lingua ufficiale svizzera, scuola e formazione linguistica, cultura italiana e svizzeroitaliana in Svizzera, quadrilinguismo svizzero e sfide della globalizzazione. Particolarmente gradita la presenza dell’Ambasciatore d’Italia a Berna Marco Del Panta che ha riferito sul recente documento elaborato dall’Ambasciata «Rapporto sull’italiano in Svizzera» e posto l’accento sulle possibilità di proficue sinergie e collaborazioni tra quanto promosso dalle organizzazioni italiane con i corsi di lingua e cultura e dai cantoni svizzeri con l’offerta facoltativa dell’italiano nelle scuole secondarie. Da parte dei presenti è stata pure evidenziata la necessità di prestare particolare attenzione al rispetto della lingua italiana in ogni ambito d’attività, come pure di considerare il recente arrivo in Svizzera di numerosi italofoni per predisporre un’adeguata offerta dell’italiano nelle scuole e in ambito culturale.

Sono pure state delineate le attività del Forum per il 2017 con particolare riferimento al Concorso “Chi ci capisce è bravo !” rivolto a giovani e adulti, al prossimo incontro d’inizio marzo a Palazzo federale sulle cattedre d’italianistica e all’importante ruolo svolto dal servizio pubblico radiotelevisivo, segnatamente dalla RSI, nella promozione dell’italiano e della cultura italiana. A questo proposito il Forum e le organizzazioni associate hanno deciso di impegnarsi – nel contesto del dibattito in corso nel Paese - per riaffermare la funzione irrinunciabile della SRG SSR nell’offerta generalizzata a livello nazionale di trasmissioni in lingua italiana .

Alle nomine da segnalare la riconferma alla presidenza del Forum del Consigliere di Stato Manuele Bertoli, come pure per il Comitato di Martin Jäger (Consigliere di Stato GR), Ignazio Cassis (Gruppo Italianità alle Camere federali), Luigi Pedrazzini (CORSI), Tatiana Crivelli (Cattedre d’italianistica nelle università svizzere), Giangi Cretti (Organizzazioni italo-svizzere). Nuovo membro di Comitato per le organizzazioni culturali – in sostituzione di Carlo Di Bisceglia – è stato designato Tonino Castiglione di Basilea, in rappresentanza delle Dante Alighieri attive nel nostro Paese.

Al termine dei lavori è stata scelta la sede della prossima Assemblea: si terrà a San Gallo il 25 novembre 2017.

Chi ci capisce è bravo!

ottobre 2016

Questo è il titolo del nuovo concorso promosso dal Forum per l’Italiano in Svizzera indirizzato alle cittadine e ai cittadini svizzeri o residenti in Svizzera con lo scopo di rendere visibile e valorizzare la presenza dell’italiano nel contesto del plurilinguismo elvetico.

A partire da alcune domande gli interessati sono invitati a riflettere sul ruolo e sul valore della lingua e della cultura italiana all’interno della Svizzera plurilingue.

Abiti in Svizzera? Ti è mai successo di parlare italiano e di non essere capito/a? Quando parli l’italiano? Che ruolo pensi che abbia l’italiano all’interno della Confederazione elvetica? Quante lingue dovrebbero parlare le/gli svizzeri? Quale futuro si delinea per la lingua e la cultura italiane in una Svizzera costituita da lingue e culture diverse e, per estensione, dentro un’Europa in cerca di nuove forme di unità? ecc.

Il concorso è suddiviso in tre categorie e il tema può essere sviluppato ricorrendo alla forma espressiva corrispondente alla rispettiva categoria: disegno (bambini/e dai 6 ai 12 anni), narrazione o video (giovani dai 13 ai 19 anni), saggistica (a partire dai 20 anni).

Gli interessati sono invitati a far pervenire la loro opera entro il 15 giugno 2017 all’indirizzo seguente : Forum per l’italiano in Svizzera , c/o Cattedra Letteratura italiana – Prof. Dr. Crivelli, Romanisches Seminar der UZH ,Zürichbergstrasse 8 , 8032 Zurigo.

Le vincitrici e i vincitori saranno avvisate/i personalmente. La premiazione avrà luogo durante il mese di novembre 2017. Le opere premiate saranno pubblicate sul sito del Forum.

Informazioni dettagliate sul bando e sul regolamento del concorso si trovano sul sito www.forumperlitalianoinsvizzera.ch.

Si ringraziano gli enti qui menzionati per il sostegno assicurato a questa nuova iniziativa del Forum: Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport TI; Dipartimento dell’educazione, cultura e protezione dell’ambiente GR; Agenzia turistica ticinese (Ticino Turismo) ; Cardada impianti turistici SA, Orselina ; Festival internazionale del Film di Locarno; Istituto italiano di cultura (Zurigo) ; LidoLocarno – Centro balneare Regionale SA, Locarno; Percento culturale Migros Ticino ;Radiotelevisione svizzera di lingua italiana; Società editrice del Corriere del Ticino SA.

» concorso
» regolamento

Promozione dell'italiano nell'ambito del messaggio cultura 2016-2020

ottobre 2016

Nell'ambito del messaggio sulla cultura 2016-2020 il Consiglio federale ha fatto della promozione dell'italiano in Svizzera una priorità. Intende rinforzare la presenza della lingua e cultura italiana in Svizzera, in particolare nell'insegnamento, nella formazione bilingue e nell'ambito di manifestazioni culturali. E ora possibile sottoporre delle domande di progetti presso l’UFC. Il termine previsto è il 15 novembre.

» maggiori informazioni

Insegnamento delle lingue nazionali: e la terza lingua nazionale?

settembre 2016

Il Forum per l'italiano in Svizzera ha partecipato alla consultazione promossa dal Dipartimento federale dell’interno sulla modifica della Legge federale sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche.

La risposta del Forum inviata al Consigliere federale Alain Berset evidenzia in particolare come il coordinamento e l’armonizzazione dell’insegnamento delle lingue nazionali nella scuola dell’obbligo siano compiti prioritari delle autorità cantonali. Ne consegue che un intervento della Confederazione attraverso la modifica della Legge sulle lingue si renderebbe necessario se l’auspicata armonizzazione non trovasse concreta applicazione nei Cantoni.

In merito alle tre varianti sottoposte a consultazione, il Forum non ritiene di dover esprimere alcuna preferenza, poiché si ritiene che la soluzione legislativa da favorire debba essere quella che raccoglierà i maggiori consensi fra le autorità cantonali e che permetterà di assicurare il dovuto appoggio all’insegnamento delle lingue nazionali nelle scuole dell’obbligo. A questo proposito il Forum chiede che nella formulazione definitiva della modifica di legge proposta si eviti di utilizzare il termine ambiguo di "lingue straniere". Le quattro lingue riconosciute dalla Costituzione sono lingue nazionali, non lingue straniere.

Indipendentemente dalla variante che sarà proposta dall’autorità federale, il Forum chiede con fermezza e con determinazione che il testo di legge sia completato con questa frase: "La scuola dell’obbligo promuove, garantendo un’offerta didattica adeguata, l’insegnamento facoltativo di una terza lingua nazionale". Infatti, tutte le varianti poste in consultazione sono state concepite ed elaborate solo per tutelare de facto la seconda lingua nazionale, dimenticando completamente l’esistenza della terza lingua nazionale e il suo insegnamento nelle scuole dell’obbligo.

Il Forum denuncia perciò il rischio concreto che la contrapposizione in atto tra la Svizzera francese e la Svizzera tedesca in materia d’insegnamento delle lingue abbia come conseguenza di assicurare, sì, l’insegnamento della seconda lingua nazionale, ma anche di decretare la scomparsa dell’italiano dalle scuole dell’obbligo delle altre regioni linguistiche. Se la volontà dell’autorità federale è di tutelare la lingua francese nella Svizzera tedesca e il tedesco nella Svizzera francese, analoga tutela deve essere riconosciuta all’italiano e alla sua cultura.

» documento

Rassegna stampa

Novembre anno 2016

Favorire il plurilinguismo, Azione, 7 novembre 2016
» documento

L’italien n’existe pas, Luzerner Zeitung, 17 novembre 2016
» documento

La guerra delle lingue non ci sarà, Corriere del Ticino, 23 novembre 2016
» documento

La lingua di Dante merita rispetto, Giornale del popolo, 28 novembre 2016
» documento

Resistenza linguistica, La Regione, 28 novembre 2016
» documento

Il Forum a Neuchâtel, RSI Rete 2, 26 novembre 2016
» audio

L’invasione delle parole inglesi nella nostra lingua, Giornale del Popolo, 29 novembre 2016
» documento

Documentazione

Raccolta della documentazione che tratta la
promozione della lingua italiana e della sua
cultura in Svizzera

Attività

Eventi, video ed immagini legati alla promozione
della lingua italiana e della sua cultura in
Svizzera

Contatti

Forum per l'italiano in Svizzera
c/o Diego Erba
Casella postale 322
6604 Solduno
diego.erba@bluewin.ch