Fonte: Servizi del Parlamento 3003 Fonte: Servizi del Parlamento 3003 EXPO 2015 - Esposizione fotografica - 150 ritratti di scrittori e intellettuali di lingua italiana  Più posto per l’italiano USI – Settimana della Svizzera italiana - 2014 L'italiano sulla frontiera - Basilea, 9-10 maggio 2014 Bellinzona, 20 ottobre 2017 Expo 2015 - Totem RSI dedicato alla lingua e cultura italiana in Svizzera Lugano, USI, Italiamo 2016 © swissworld.org Coira 25 gennaio 2014: Assemblea del Forum 4 marzo 2014 – 8035 firme per Avanti con l’italiano nel Canton Argovia Milano EXPO 2015 - 24 ottobre 2015: Assemblea del Forum Con Ignazio Cassis il 20 settembre 2017 la Svizzera italiana torna in Consiglio federale San Gallo 25 novembre 2017: Assemblea del Forum I vincitori del Concorso 'Chi ci capisce è bravo!' San Gallo 25 novembre 2017

Anche l’ASF si dimentica dell’italiano

novembre 2019

Il Forum per l’italiano in Svizzera si è rivolto all’Associazione svizzera di football (ASF) per manifestare il proprio rammarico per il mancato rispetto dell’italiano in occasione della partita Svizzera – Georgia svoltasi a San Gallo il 15 novembre 2019.

Infatti, nel corso della partita, tutti gli annunci ufficiali sono stati effettuati in lingua tedesca, francese e inglese. Dell’italiano nessuna traccia, come se non fosse lingua nazionale del nostro Paese. Il Forum si augura che in futuro in occasione delle partite della nazionale di calcio all’italiano sia riconosciuto analogo trattamento delle altre lingue nazionali.

Anche il Corriere degli Italiani per l’italianità si è unito al disappunto espresso dal Forum con uno scritto all’ASF e al Consiglio federale. “Amaro e deludente è il riscontro per il mancato rispetto della terza lingua nazionale, l’italiano, mentre tutti gli annunci ufficiali sono stati effettuati in lingua tedesca, francese e inglese. Un esempio di insensibilità e di poco rispetto verso i tantissimi sostenitori della “nazionale svizzera” di lingua italiana”.

Di questo fatto ne parla ora anche la stampa della Svizzera tedesca con un articolo della Luzerner Zeitung.

Dalle Rivendicazioni ticinesi all’articolo 70 Cost. fed.

novembre 2019

E’ stato recentemente pubblicato dai Quaderni grigioniitaliani un interessante articolo di Paolo G. Fontana dedicato all’aiuto federale per le lingue minoritarie in Svizzera. L’autore passa in rassegna le diverse tappe che hanno contraddistinto negli anni questo processo istituzionale fino all’emanazione della Legge federale sulle lingue. Paolo G. Fontana così conclude il suo contributo “…Queste conclusioni…..sembrano fornire una buona base di partenza per ripensare la politica linguistica in Svizzera e nei Grigioni, rivitalizzando le radici giuridiche più profonde che ne hanno generato il primo germoglio”.

» documento

30 novembre 2019 : Assemblea e premiazione del Concorso

ottobre 20019

Il 30 novembre 2019 , con inizio alle 13.30, avrà luogo a Losanna l’annuale Assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera. Numerosi i temi che saranno affrontati durante i lavori assembleari che si terranno presso l’Hotel Continental , Place de la Gare 2. All’incontro possono presenziare – oltre ai rappresentanti delle 37 organizzazioni associate – tutte le persone interessate alla promozione della lingua e cultura italiana in Svizzera. La documentazione per seguire i lavori assembleari è disponibile sulla prima pagina del sito www.forumperlitalianoinsvizzera.ch.

Nel corso dell’Assemblea si terrà anche la premiazione del Concorso “Parli italiano? Ti prendo in parola!”. Fra i numerosi partecipanti a questa iniziativa del Forum un’apposita Giuria ha designato i vincitori per le tre categorie previste : bambini, giovani, adulti.

I premi del Concorso sono stati gentilmente offerti dai seguenti enti sostenitori, che qui si ringraziano:

Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport TI; Dipartimento dell’educazione, cultura e protezione dell’ambiente GR; Agenzia turistica ticinese (Ticino Turismo); Cardada impianti turistici SA, Orselina; Locarno Festival; Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi SA; Hotel & SPA Internazionale, Bellinzona; Istituto italiano di cultura (Zurigo); LidoLocarno – Centro balneare Regionale SA, Locarno; Raiffeisen; Società editrice del Corriere del Ticino SA; Società Navigazione del Lago di Lugano .

Presa di posizione del Forum sul Messaggio sulla cultura 2021-2024

settembre 2019

Alcuni mesi fa il Dipartimento federale dell’interno ha avviato una procedura di consultazione sul progetto di Messaggio sulla cultura 2021-2024 che ha coinvolto anche il Forum per l’italiano in Svizzera. Qui in calce è pubblicata la presa di posizione elaborata dal Forum e approvata dal suo Comitato in occasione della seduta del 13 settembre.

Il Forum condivide e apprezza gli obiettivi delineati nel Messaggio, soprattutto quelli che si propongono di valorizzare la terza lingua nazionale Oltre Gottardo. Non mancano però alcune situazioni problematiche, segnatamente in ambito scolastico (cfr. risposta alla domanda 6). I dati pubblicati sugli scambi linguistici di classi verso la Svizzera italiana sono indicativi: se non s’insegna l’italiano negli altri cantoni ben difficilmente ci saranno classi della Svizzera tedesca e della Svizzera francese interessate a trasferirsi nella Svizzera italiana. Ben diversa invece è la disponibilità di chi risiede in Ticino o nel Grigioni italiano a intraprendere uno scambio linguistico con le altre regioni del Paese.

» Procedura di consultazione

Il Forum è pure stato invitato dal Forum Helveticum a prendere posizione sul menzionato Messaggio sulla cultura. Unitamente ad altre associazioni il Forum ha sottoscritto la risposta collettiva qui di seguito pubblicata. Come si potrà notare nel testo sono state recepite positivamente diverse suggestioni volte anche a valorizzare la lingua e la cultura italiana in Svizzera. Come si suol dire “l’unione fa la forza!”.

» Messaggio sulla cultura 2021-2024

Il Forum sostiene il Dantedì

settembre 2019

Il Comitato del Forum per l’italiano in Svizzera ha deciso di sostenere pienamente e con convinzione il Dantedì e si augura che questa iniziativa - che coinvolge non solo l’Italia, ma anche la Svizzera e altri stati - abbia a trovare concreta attuazione.
In vista del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri (1265-1321) che cadrà nel 2021 il «Corriere della Sera» ha lanciato l’idea di istituire una giornata per il poeta.

La proposta ha raccolto molte adesioni di personalità del mondo culturale e politico. Sostegno al progetto è arrivato sia dal presidente della Società Dante Alighieri, Andrea Riccardi, sia dall’Accademia della Crusca, mentre René de Ceccatty, traduttore dell’edizione francese della Commedia, ha proposto di celebrare Dante anche al di fuori dei confini italiani. La decisione del Comitato del Forum è stata molto apprezzata dai promotori e permetterà quindi alla Svizzera di essere parte integrante del progetto.


Recentemente ha avuto luogo una riunione a Ravenna alla presenza di numerosi dantisti italiani e stranieri. Ci si sta orientando verso la data del 25 marzo, giorno dell’inizio del viaggio ultraterreno, ma per definire il tutto bisognerà attendere il pronunciamento istituzionale del governo italiano e/o del presidente della Repubblica.

"Plurilinguismo nell'Amministrazione federale. Immobilismo o addirittura declino preoccupante"

settembre 2019

Il 14 agosto 2019, il Consiglio federale ha risposto all’interpellanza Fehlmann Rielle Plurilinguismo nell'Amministrazione federale. Immobilismo o addirittura declino preoccupante.

Per quanto concerne l’italiano nel periodo 2014-2018 si osserva “una rappresentanza della comunità italofona conforme ai valori di riferimento dell'OLing (2014: 6,9 %; 2015, 2016 e 2017: 7 %; 2018: 6,6 % in generale per tutte le classi di stipendio e considerando l'intera Amministrazione federale; fonte: rapporto sulla gestione del personale 2018, UFPER).
Per contro, l'analisi delle diverse classi di stipendio mostra che la rappresentanza dei quadri dirigenti (classi di stipendio 34-38) è migliorata, passando dal 4,8 al 5,7 per cento, ma non raggiunge ancora il valore di riferimento dell'OLing (6,5 %). Lo stesso vale per le classi di stipendio 30-38 e 24-29, la cui quota rimane invariata rispettivamente al 4,1 e al 5 per cento.”

» documento

Scambi individuali con la Svizzera tedesca o francese

settembre 2019

Da quest'anno scolastico 2019/20 Movetia ha deciso di ampliare la sua offerta di scambi individuali. Il nuovo programma "impariamo insieme" organizza scambi tra alunni della Svizzera tedesca o della Svizzera francese e alunni di lingua italiana. L’obiettivo principale è di promuovere la lingua italiana nelle regioni oltre Gottardo e di permettere ad alunni della Svizzera italiana di fare uno scambio.

Il programma in breve:

  • Partecipanti: allieve/i dai 13 ai 18 anni della Svizzera italiana e coloro che imparano l'italiano a scuola.
  • Durata: complessivamente 4 settimane durante la scuola (2 nella Svizzera italiana; 2 nella Svizzera tedesca o nella Svizzera francese ).
  • Informazioni sulla registrazione: disponibili su www.movetia.ch/it/impariamoinsieme
  • Termine d’iscrizione: 15 novembre 2019.

Qui di seguito è pubblicato il volantino del programma, mentre ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web.

» volantino del programma
» sito web

Le lingue in Svizzera. Addendum.

agosto 2019

Analisi dei dati dell'Indagine sulla lingua, la religione e la cultura 2014

Il volume analizza i dati dell’Indagine sulla lingua, la religione e la cultura , realizzata dall’Ufficio federale di statistica nel 2014. Le analisi forniscono informazioni statistiche complementari a quelle della Rilevazione strutturale. Esse permettono di indagare le pratiche linguistiche della popolazione in diversi contesti: la famiglia (lingue utilizzate per comunicare con partner, figli, parenti e amici), il posto di lavoro (quali lingue sono usate e con quale frequenza, in modalità scritta e/o parlata), i media tradizionali e nuovi (lingue in cui si legge, si seguono programmi radio, si guardano film in TV o su internet),ecc.
Si tratta di uno studio molto interessante, soprattutto per chi desidera avere un quadro più preciso sul plurilinguismo in Svizzera, con ampi riferimenti anche all’italiano.

Gli autori di questo qualificato contributo sono Maria Chiara Janner, Matteo Casoni e Danilo Bruno. Edita dall’OLSI (Osservatorio linguistico della Svizzera italiana), la pubblicazione può essere richiesta al seguente indirizzo: decs-olsi@ti.ch.

Rassegna stampa

Novembre anno 2019

Le promesse elettorali e l’italiano dimenticato, Il Caffè, 3 novembre 2019
» documento

Italiano in Svizzera “bisogna rimanere vigili”, TSI, 3 novembre 2019
» maggiori informazioni

Italienisch im Abseits, St. Galler Tagblatt, 4 novembre 2019
» documento

“Italiamo”: chi e quanto è amata la nostra lingua in Svizzera? RSI Millevoci, 7 novembre 2019
» maggiori informazioni

La biblioteca di Dante, Larivista.ch, 7 novembre 2019
» documento

Un convegno sull’insegnamento dell’italiano, Il Quotidiano TSI, 8 novembre 2019
» maggiori informazioni

Scambi linguistici non facili, RSI, 8 novembre 2019
» maggiori informazioni

Ecco com’è cambiato il linguaggio, Il Caffè, 17 novembre 2019
» documento

Keine italienischen Durchsagen bei Länderspielen: Bundesrat Cassis unterstützt Beschwerde an Schweizerischen Fussballverband, Luzerner Zeitung, 18 novembre 2019
» maggiori informazioni

Documentazione

Raccolta della documentazione che tratta la
promozione della lingua italiana e della sua
cultura in Svizzera

Attività

Eventi, video ed immagini legati alla promozione
della lingua italiana e della sua cultura in
Svizzera

Contatti

Forum per l'italiano in Svizzera
c/o Diego Erba
Casella postale 322
6604 Solduno
diego.erba@bluewin.ch