2017

Febbraio

Italianistica: quo vadis?

L’intergruppo parlamentare ITALIANITÀ organizza un’ interessante serata dal titolo “Italianistica: quo vadis? Futuro e prospettive dell’insegnamento dell’italiano a livello universitario”, in programma a Berna il prossimo martedì 7 marzo dalle 19.15 alle 21.15 presso la sala 301 di Palazzo federale. La discussione sarà seguita da un rinfresco alla Galerie des Alpes, sempre a Palazzo federale. La serata è aperta a tutti gli interessati e per questioni organizzative è necessario iscriversi entro venerdì 25 febbraio 2017 tramite l’indirizzo italianita@ti.ch. Per accedere a Palazzo federale, occorre annunciarsi all’entrata visitatori (lato terrazza; si veda piantina in allegato) con un documento d’identità valido. La manifestazione è sostenuta dal Forum per l’italiano in Svizzera.

» invito
» piantina Palazzo Federale


Ottobre

"Zurigo in italiano"

"Zurigo in italiano" è considerata la più importante manifestazione culturale italofona a Zurigo. Dal 4 ottobre al 16 dicembre si alterneranno proiezioni di film, presentazioni di libri, conferenze, incontri con professori, scrittori ed esperti che discuteranno diverse tematiche inerenti all'Italia e tutto ciò che possa essere associato ad essa. L’iniziativa è promossa da numerose associazioni ed enti che hanno a cuore la promozione della lingua e cultura italiana. Il documento allegato presenta in dettaglio il programma 2017 di questa interessante manifestazione.
L'ingresso alla maggior parte degli eventi è gratuito.

» documento

Il 25 novembre a San Gallo con il Forum e Ignazio Cassis

Zurigo, Coira, Berna, Milano EXPO 2015, Neuchâtel. Queste le località che hanno accolto negli ultimi anni le assemblee del Forum per l’italiano in Svizzera. A Zurigo nel 2012 i cantoni Ticino e Grigioni si fecero promotori di riunire enti e associazioni che nel nostro paese avevano a cuore la lingua e la cultura italiana. Ora, a cinque anni di distanza, il Forum annovera ben 36 organizzazioni rappresentative dei principali ambiti d’intervento: autorità cantonali e federali, organizzazioni culturali, enti italo-svizzeri, università. La sede scelta per la prossima assemblea del 25 novembre è San Gallo, cantone che anni fa ha respinto la proposta governativa di ridurre - per motivi di risparmio - la presenza dell’italiano negli studi liceali. Quel voto del Gran Consiglio sangallese fu accolto con molta soddisfazione dalle autorità ticinesi e da quanti, in ogni parte della Svizzera, s’impegnano affinché le lingue nazionali siano presenti nei programmi scolastici, anche per dare un senso concreto al nostro plurilinguismo. Nel corso dei lavori dell’assemblea si farà dunque il punto sullo stato della lingua italiana nei diversi settori d’attività: italiano lingua ufficiale svizzera; gli svizzeri conoscono la lingua italiana; cultura italiana e svizzeroitaliana in Svizzera; quadrilinguismo e sfide della globalizzazione. Vi sarà pure la premiazione del Concorso indetto dal Forum “Chi ci capisce é bravo!”.

Infine a San Gallo – salvo impegni dell’ultima ora - saluteremo la presenza del neo Consigliere Federale Ignazio Cassis. Membro del Comitato del Forum fin dalla sua istituzione, Cassis saprà dare il valore che si merita alla nostra lingua e cultura nella massima istituzione del Paese e potrà sicuramente rappresentare degnamente le attese dei molti italofoni che risiedono di qua e di là del Gottardo.

Per altre informazioni sull’Assemblea si rinvia alla documentazione pubblicata su questa pagina.


Novembre

Premiazione del Concorso "Chi ci capisce è bravo!"

Nel corso dell’assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera del prossimo 25 novembre a San Gallo avrà luogo la premiazione del Concorso "Chi ci capisce è bravo!" promosso dal Forum e indirizzato a giovani e adulti residenti in Svizzera con lo scopo di rendere visibile e valorizzare la presenza dell’italiano nel contesto del plurilinguismo elvetico.

Il concorso era suddiviso in tre categorie e il tema poteva essere sviluppato ricorrendo alla forma espressiva corrispondente alla rispettiva categoria: disegno (bambini/e dai 6 ai 12 anni), narrazione o video (giovani dai 13 ai 19 anni), saggistica (a partire dai 20 anni).

La realizzazione del Concorso è stata resa possibile grazie al sostegno dei seguenti enti che qui si ringraziano: Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport TI; Dipartimento dell’educazione, cultura e protezione dell’ambiente GR; Agenzia turistica ticinese (Ticino Turismo); Cardada impianti turistici SA, Orselina; Festival internazionale del Film di Locarno; Istituto italiano di cultura (Zurigo); Lido Locarno – Centro balneare Regionale SA, Locarno; Percento culturale Migros Ticino; Raiffeisen; Radiotelevisione svizzera di lingua italiana; Società editrice del Corriere del Ticino SA.

All’assemblea e alla premiazione possono assistere anche coloro che sono interessati alla promozione della lingua e cultura italiana in Svizzera.

» premiazione del concorso "Chi ci capisce è bravo!"

Ignazio Cassis all’Assemblea del Forum

San Gallo ha ospitato sabato l’annuale assemblea del Forum per l’italiano in Svizzera che ha visto una folta partecipazione dei rappresentanti delle organizzazioni associate e di numerosi altri interessati. Alla presenza del Consigliere federale Ignazio Cassis, i lavori sono stati diretti dal prof. Renato Martinoni, ordinario di letteratura italiana all’UNI di San Gallo. Nel suo intervento Cassis ha riconosciuto l’importanza del Forum, del lavoro svolto dalle organizzazioni associate e ha riaffermato il suo impegno nel sostenere la lingua e la cultura italiana nella massima istituzione del Paese e a rappresentare le attese dei molti italofoni che risiedono in Svizzera. L’Assemblea, che ha molto apprezzato l’intervento del Consigliere federale, ha successivamente fatto il punto sullo stato della lingua italiana nei diversi settori d’attività: italiano lingua ufficiale svizzera; gli svizzeri conoscono la lingua italiana; cultura italiana e svizzeroitaliana in Svizzera; quadrilinguismo e sfide della globalizzazione. Durante la seduta si è proceduto alla premiazione del Concorso indetto dal Forum “Chi ci capisce è bravo!” indirizzato a giovani e adulti residenti in Svizzera con lo scopo di rendere visibile e valorizzare la presenza dell’italiano nel contesto del plurilinguismo elvetico. Nella categoria bambini il primo premio è stato attribuito alla Scuola della Pro Ticino di Basilea, per i giovani allo studente universitario Rocco Cavalli , mentre per la categoria adulti il primo premio è stato assegnato a Giovanni Bruno, il secondo a Marica Iannuzzi ,mentre Elena Giacometti ha ottenuto una menzione speciale.

Approvati i conti 2016 e il preventivo 2018, l’Assemblea ha ratificato l’adesione dell’Associazione “Berna Arte e Cultura” . Sono quindi 37 le organizzazione che compongono il Forum , che ha pure riconfermato il proprio impegno di opporsi all’iniziativa No Billag in quanto una sua accettazione priverebbe la diffusione dell’italiano nel contesto svizzero, oggi assicurata dalla Radiotelevisione svizzera di lingua italiana.

» documentazione Assemblea del Forum del 25 novembre 2017
» premiazione del concorso "Chi ci capisce è bravo!"


Dicembre

Forum per il dialogo tra la Svizzera e l'Italia

Diego Erba, coordinatore del Forum per l’italiano in Svizzera , è stato invitato a presiedere un gruppo di lavoro che si è riunito a inizio ottobre a Lugano nel contesto del Forum di dialogo sopramenzionato. Il tema della promozione dell’italiano è stato uno degli argomenti approfonditi dai due stati nel corso dei due giorni di attività. Qui di seguito pubblichiamo la sintesi dei lavori del Forum 2017 riferita al gruppo di lavoro "Promozione dell’italiano: compito comune tra la Svizzera e l’Italia".

» documento