Statuto e Regolamento finanziario

Pubblichiamo qui di seguito lo Statuto ed il Regolamento finanziario del Forum approvati il 25 gennaio 2014 dall’Assemblea svoltasi a Coira.

Statuto

Art. 1 - Nome e sede
Con la denominazione “Forum per l’italiano in Svizzera” (di seguito Forum) è costituita un’associazione ai sensi degli artt. 60 e segg. del Codice Civile Svizzero. Essa ha sede legale e domicilio presso la persona avente funzione di presidente. Il Forum è politicamente e confessionalmente neutrale.

Art. 2 – Scopo
Lo scopo del Forum è la corretta collocazione entro il 2020 dell’italiano nel quadro del plurilinguismo costituzionale della Svizzera, che deve essere una realtà effettiva.

Art. 3 – Associati
Acquisiscono la qualità di associato al Forum le organizzazioni che, a vario titolo, si occupano della promozione dell’italiano in Svizzera e che ne fanno richiesta. Le organizzazioni associate, tramite un/a rappresentante, hanno diritto di partecipare all’assemblea generale e di esercitare il proprio diritto di voto e di nomina.

Art. 4 – Organi
Gli organi dell’associazione sono l’assemblea generale, il comitato e la commissione di revisione.

Art. 5 - Assemblea generale
All’assemblea generale partecipano con diritto di voto le/i rappresentanti delle organizzazioni associate da esse designati.

L’assemblea generale è l’organo superiore dell’associazione, si riunisce una volta l’anno e svolge in particolare i seguenti compiti:

  1. approva il verbale delle sue sedute;
  2. approva la relazione annuale del comitato;
  3. approva il preventivo e il conto di gestione annuale dopo aver sentito il rapporto della commissione di revisione;
  4. stabilisce la quota del contributo annuale a carico delle organizzazioni associate;
  5. ratifica le ammissioni e le dimissioni delle organizzazioni associate decise dal Comitato;
  6. nomina la/il presidente e il comitato;
  7. nomina la commissione di revisione;
  8. modifica lo statuto.

Un’assemblea generale straordinaria può essere convocata ogni qualvolta il comitato lo ritenga opportuno, oppure a seguito della richiesta scritta di un quinto delle organizzazioni associate, da inoltrare al comitato. Fatto salvo quanto previsto dall’art. 10, le decisioni sono valide se approvate dalla maggioranza delle/dei rappresentanti aventi diritto di voto e presenti all’assemblea. In caso di parità di voti prevale quello di chi presiede l’assemblea.

Art. 6 – Comitato
Il comitato è formato da sette membri, presidente inclusa/o, e tiene conto di un’equa rappresentazione del Cantone Ticino, del Cantone Grigioni, della deputazione di lingua italiana alle Camere federali, dell’ente nazionale radiotelevisivo di lingua italiana, delle cattedre di italianistica nelle università svizzere, degli italiani in Svizzera nonché delle associazioni culturali vicine alla lingua italiana.

Il comitato ha, in particolare, i seguenti compiti:

  1. programmare l’attività con l’obiettivo del perseguimento degli scopi sociali;
  2. convocare l’assemblea generale;
  3. gestire e amministrare gli affari dell’associazione;
  4. rendere operative le decisioni dell’assemblea generale;
  5. decidere delle ammissioni e dimissioni delle organizzazioni associate.

Il comitato designa al suo interno una persona nel ruolo di vicepresidente e una nel ruolo di segretario/a, e può incaricare una terza persona del coordinamento del Forum. L’incarico di presidente e il mandato delle persone attive nel comitato hanno durata triennale, rinnovabile. I membri di comitato impossibilitati a presenziare alle sedute possono designare una persona supplente. Il comitato ha la facoltà di decretare nomine ad interim in sostituzione di persone dimissionarie, come pure di associare alle proprie sedute altre persone o esperte/i. Il comitato è convocato dalla/dal presidente. Le decisioni sono prese a maggioranza. In caso di parità sarà dirimente il voto presidenziale o, in assenza, quello della/del vicepresidente.

Art. 7 - Commissione di revisione
La commissione di revisione si compone di almeno due persone scelte tra quelle rappresentanti le organizzazioni associate all’assemblea generale e di un/a supplente. La commissione è eletta annualmente. Essa ha il compito di esaminare la gestione contabile e finanziaria annuale e di presentare un rapporto scritto all’assemblea generale. Le persone che la compongono sono rieleggibili.

Art. 8 – Finanziamento e responsabilità
Il Forum si finanzia grazie al contributo delle organizzazioni associate e a sostegni pubblici. È esclusa la responsabilità personale delle organizzazioni associate per i debiti dell’associazione.

Art. 9 – Diritti di firma
Le firme congiunte di presidente o vicepresidente e di una seconda persona appartenente al comitato o da esso delegata, come pure le due firme congiunte, impegnano legalmente il Forum.

Art. 10 – Modifiche dello statuto e scioglimento
La modifica dello statuto necessita della maggioranza qualificata dei due terzi delle/dei rappresentanti aventi diritto di voto presenti. Lo scioglimento dell’associazione può essere deciso dall’assemblea generale solo nel caso in cui la proposta sia all’ordine del giorno. La decisione può essere presa solo con la maggioranza qualificata necessaria per la modifica dello statuto. In caso di scioglimento il patrimonio sociale verrà devoluto per scopi analoghi a quelli definiti dal presente statuto.

Il presente statuto è stato approvato dall’assemblea generale del 25 gennaio 2014 svoltasi a Coira ed entra immediatamente in vigore.

» documento

 

Regolamento finanziario

  1. In applicazione degli art. 5 e 8 dello Statuto del Forum il Comitato elabora le proposte di quote annuali per il finanziamento del Forum. Le quote sono successivamente sottoposte per esame e approvazione all’Assemblea . Per il 2014 le quote minime sono definite in fr. 5000.- per i Cantoni Ticino e Grigioni e in fr. 100.- per gli associati.

  2. Il Forum si assume le seguenti spese:
    a) Indennità di trasferta dei membri dei propri organi se non coperte da terzi;
    b) Indennità di trasferta del coordinatore se non coperte da terzi;
    c) Costo di gestione del sito internet;
    d) Costi connessi all’organizzazione di riunioni del Comitato, dell’Assemblea, ecc.;
    e) Ogni altra spesa legata all’attività del Forum preventivamente autorizzata dal Comitato o, in sua vece, dal Presidente (cfr. punto 4)..

  3. Il Forum può sostenere l’attività promossa dalle organizzazioni associate nelle seguenti forme:
    a) Patrocinio senza oneri finanziari;
    b) Contributo organizzativo (in particolare la diffusione d’informazioni);
    c) Patrocinio con contributo finanziario (cfr. punto 4);
    Il Forum può anche garantire il proprio patrocinio gratuito ad attività organizzate da terzi.

  4. 4. Risorse finanziarie e loro utilizzo:
    a) Le risorse finanziarie non utilizzate per le spese connesse al funzionamento del Forum, qui regolate al punto 2, possono essere destinate a sostenere attività promosse dalle organizzazioni associate, per la realizzazione di eventi pertinenti agli scopi enunciati nello statuto del Forum;
    b) Per il Forum non sussiste alcun obbligo di finanziamento nei confronti delle organizzazioni associate;
    c) Le organizzazioni associate possono richiedere finanziamenti per la realizzazione dei loro progetti sottoponendo una richiesta al Coordinatore del Forum;
    d) Le richieste possono essere inoltrate in ogni momento e vanno corredate di tutti i materiali necessari a illustrare il progetto e la sua rilevanza (enti coinvolti, contenuti, pubblico di riferimento, costi, ecc.);
    e) La decisione relativa all'assegnazione di un contributo finanziario spetta al Comitato, il quale può delegarla, in sua vece, al Presidente;
    f) Criteri determinanti per l'assegnazione di un contributo sono la rilevanza dell'evento e la sua efficacia per il perseguimento degli scopi enunciati dallo statuto del Forum;
    g) Nell'assegnare i contributi il Comitato si impegna a non favorire in maniera sproporzionata persone o enti specifici.

  5. Per la gestione finanziaria si fa capo ad un conto corrente postale.

Regolamento finanziario approvato dal Comitato del Forum a Coira in data 25 gennaio 2014.

» documento